CORRELAZIONE DI PORTAFOGLIO:fondamentale indice di valutazione

Capita spesso , leggendo un quotidiano finanziario o un sito di informazioni economiche , di imbattersi in termini tecnici e indici che non riusciamo facilmente a capire.

In realtà, molti di questi, oltre ad essere particolarmente significativi nella valutazione di un portafoglio, non sono poi così difficili da interpretare.

Tra questi figura senza dubbio l’indice che andiamo ad esaminare in questa breve analisi : l’indice di Correlazione.

COSA SI INTENDE PER CORRELAZIONE

La correlazione è un indicatore statistico che misura in che modo si muovono due o più strumenti finanziari presi in considerazione.

Viene calcolata attraverso il cosiddetto “ coefficiente di correlazione”, che può assumere valori compresi da -1 a +1.

Quando la correlazione è perfettamente positiva ( coefficiente uguale a +1) allora significa che se un titolo si muove , l’altro lo segue nella medesima direzione.

Viceversa , nel caso in cui la correlazione fosse perfettamente negativa ( coefficiente uguale a -1), si verificherebbe il caso di un titolo che va in una direzione e l’altro nella direzione opposta.

Un coefficiente di correlazione pari a zero ( o molto vicino a zero) sta invece ad indicare che i titoli presi in esame non hanno tra di loro nessuna correlazione e l’andamento di uno non influenza quello dell’altro, i movimenti, cioè, sono del tutto scollegati.

COME SI CALCOLA LA CORRELAZIONE

Il calcolo della correlazione tra due o più strumenti finanziari, ad esempio dei fondi che ho nel mio portafoglio, può essere fatto attraverso l’uso di molte piattaforme di consulenza gratuita presenti sul mercato ed accessibili tramite la rete oppure attraverso i programmi di consulenza evoluta che il proprio Private Banker o Consulente potrà mettervi a disposizione.

PERCHÉ È IMPORTANTE LA CORRELAZIONE

Come detto, il Consulente e molte piattaforme di consulenza sono in grado di misurare quotidianamente, non solo il rischio di mercato (e di credito) di ogni prodotto finanziario presente in un dato portafoglio (e chiaramente del portafoglio stesso), ma anche il contributo al rischio di mercato (e di credito) che ogni prodotto finanziario apporta al portafoglio in cui è inserito.

 Molto spesso si pensa erroneamente che i prodotti finanziari più rischiosi siano quelli che contribuiscano maggiormente al rischio del portafoglio, ma ciò non è assolutamente vero

Dipende, infatti, dal peso che hanno nel portafoglio in cui sono inseriti e dall’indice di CORRELAZIONE col portafoglio stesso.

Non è raro il caso in cui si raccomandi a un cliente di disinvestire da un prodotto ad alto rischio, ma a correlazione negativa col portafoglio. In tale circostanza, la sostituzione del prodotto correlato negativamente con il corrispondente controvalore in liquidità (che ha una correlazione pari a zero col portafoglio), fa aumentare il rischio del portafoglio (e non ridurlo)! 

Per comprendere l’efficienza di un portafoglio, in assenza di una piattaforma di consulenza evoluta (o in affiancamento ad essa) ci si può avvalere di piattaforme on line.

Possiamo affermare che il beneficio di diversificazione aumenta al diminuire dell’indice di correlazione esistente tra i prodotti finanziari che compongono un determinato portafoglio.

Per tale motivo, questo parametro rappresenta un fulcro su cui concentrare l’attenzione, sia nella fase di costruzione sia nelle fasi di monitoraggio e di ribilanciamento strategico di un qualsiasi portafoglio.

 

COSA È POSSIBILE OTTENERE CON UNA VERIFICA DELLA CORRELAZIONE

 

Analizzando un portafoglio con una piattaforma di consulenza e/o di calcolo è possibile ottimizzare la composizione dei singoli strumenti/fondi che compongono il portafoglio attraverso la lente della correlazione : il Consulente ricercherà strumenti finanziari tra loro decorrelati inserendoli in sostituzione di quelli esistenti , se correlati positivamente; tale azione potrebbe modificare di molto i parametri di rendimento atteso e di rischio di mercato con la conseguenza di un notevole calo della volatilità a fronte , nella maggioranza dei casi, di una leggera riduzione del rendimento atteso .

Descritto in altri termini, per ogni punto percentuale di riduzione del rendimento atteso è possibile ridurre più che proporzionalmente il rischio di mercato.

 

Dove puoi trovarmi

Qui troverai tutte le informazioni per contattarmi

 

Massimo Morselli

Consulente Finanziario Iscritto all’Albo dei Consulenti Finanziari con Iscrizione Numero 8997 del 17/01/1995

Ufficio 1

Via Augusto Majani 2
40122 - BOLOGNA
 0512961183
 0516567203

Ufficio 2

Via Farini 22
40124 - BOLOGNA
 0516496111

Per una prima consulenza, scrivimi!

ti contatterò molto presto per concordare data e luogo dell'appuntamento
@
@
@
@